Si alza un’essenza, che odora d’infinito

Ecco. Ecco un’anima che si spegne, che vola su nel cielo, come una piccola fiammella che ha finito la sua cera. Una luce che ha resistito, fino ad ora, alle percosse di questo gelo. Ha traballato, incerta, nel buio più totale, ma senza mai esitare. Senza mai perdere il suo coloro acceso, la sua indomita forza da guerriera, la sua propensione ad andare avanti nonostante il timore del domani.

Un domani già annunciato, un domani ch’è già ieri, e che l’ha spenta travolgendola con un fugace soffio leggero. Ed ecco che si alza un’essenza, che odora d’infinito, e che vola nel silenzio, verso la luce, verso la Vita.

Una Vita nuova che si perde, tra le nuvole, alla ricerca di quella fonte che ci illumina e ci riscalda. E sarà allora una festa, una sinfonia d’amore, che s’innalzerà nei cieli, che l’accoglierà con gioia. Ed ecco che lì quella luce tornerà ad ardere, ad illuminare i cieli tersi, a scaldare e a cantare incoraggiando quelle lontane e piccole fiammelle, di noi poveri contabili del tempo.

Quella fine non sarà la fine. Quella fine, sarà Il Fine. E bisognerà accoglierlo con gioia, accettarlo con speranza, ricordandoci di vegliare – molto bello vegliare – su quelle voci che ci scaldano, su quelle mani che ci scuotono, su quegli occhi che ci amano. E stare sempre, insieme, insieme a loro, a percorrere questo matto itinerario senza mappe e senza indizi. Fino al domani che verrà. Finché Lui non ci chiamerà. Fino al giorno in cui conosceremo, finalmente, quell’eterna verità.

Dedicato ad una fiammella, ad un’anima, che è volata via prima del tempo.

Alessandro Frosio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...