Contatti

Ciao! Mi chiamo Alessandro, ma per gli amici sono semplicemente Ale. Sono un aspirante scrittore e ho creato questo sito dove pubblico qualche mio racconto. Se vuoi contattarmi per qualsiasi motivo, o se vuoi darmi qualche consiglio (che sono sempre molto apprezzati), inviami pure un messaggio compilando il seguente modulo… lo leggerò con attenzione e farò tesoro delle tue osservazioni! Grazie!

E Instagram? Facebook? Tik Tok? Snapchat? Twitter? No… questo sito non ha niente di tutto questo. In passato avevo aperto delle pagine su alcuni di questi c.d. “social network”, ma poi ho deciso di eliminarle totalmente. Questi strumenti, infatti, sono completamente antitetici al concetto di libertà, perché sono sono degli strumenti di costrizione, manipolazione e dipendenza che non fanno altro che creare tanti piccoli schiavi che passano le loro giornate e il loro tempo prezioso a trascinare un dito su uno schermo luminoso. Il tempo è prezioso, il tempo è oro, il tempo è vita… non può essere sprecato in questo modo, ma deve essere valorizzato ed impiegato al puro e semplice esercizio delle proprie facoltà mentali.

Ritengo fermamente che la libertà sia il valore più alto che sia mai stato concepito e la sua applicazione è un dovere naturale indissolubile in quanto è connaturato con l’esistenza stessa dell’essere umano. Ma l’uomo che ha delle dipendenze, non può dirsi veramente libero, al massimo può presumere di esserlo. I “social network” sono tutto fuorché “social”, perché rinchiudono le persone in sé stesse e le privano dei veri rapporti sociali in carne ed ossa, trasformando l’individuo in un numero, la diversità in uguaglianza, le montagne in pianura, i gioielli in sassi, la ricchezza in indifferenza. Questo è quello che dobbiamo evitare: vivere in una società succube dagli strumenti tecnologici, che ci impone dei modelli da seguire e ci vieta di costruire la nostra soggettiva e unica personalità.

Chi vuole essere libero, chi vuole essere uno spirito indipendente, chi vuole uscire dagli schemi, chi vuole semplicemente essere sé stesso e chi ama la vita vissuta e i rapporti umani materialmente intesi, allora non può avere dei social. Questo sito vuole essere così: senza manette, senza costrizioni, senza imposizioni.

Alessandro Frosio

Giovedì 12 novembre 2020